Identità​ ​e​ ​Autonomia

La sconfitta del referendum costituzionale non fa venir meno la necessità di aggiornare e rivedere il nostro Statuto speciale di autonomia, sia dal punto di vista dei rapporti finanziari, sia dal punto di vista delle norme di attuazione, sia dal punto di vista istituzionale. È dunque necessario riportare al centro del dibattito regionale la revisione dello Statuto e pensare di riorganizzare una commissione ad hoc che inizi le trattative con lo Stato.
Oltre a ciò, bisogna pensare ad una riduzione del numero dei Comuni attraverso incentivi alla fusione, seguendo l’esempio ormai diffuso in altre parti d’Italia, per ridurre la spesa pubblica e razionalizzare e rendere più efficienti i servizi ai cittadini.
Inoltre, è necessario pensare un nuovo rapporto tra la Regione e gli Enti locali che contempli tre attori principali: la Regione appunto, gli Enti Locali Valdostani (comuni e Unités des Communes) e il Comune di Aosta che per dimensioni e importanza debba costituire entità a sé.
Conseguentemente vanno rivisti i rapporti finanziari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *